Bob Dylan – La risposta è nel vento: intervista all’autore

Luigi Formola, sceneggiatore del biopic dedicato a Bob Dylan, nuova uscita della collana Music & Comics, ci racconta come è nata l’idea di questo progetto, che in pochi giorni sta facendo il giro del web, incontrando il favore degli appassionati di fumetto ma, soprattutto, dei fan del cantautore statunitense. La redazione di Edizioni NPE lo ha intervistato per voi:

Una domanda per iniziare: chi è Luigi Formola, e com’è nata la passione per il fumetto.

Cercherò di essere sintetico: classe ’86, da sempre ho l’ossessione per le storie e per la musica. Ho sempre voluto raccontare ciò che vivevo, osservavo oppure immaginavo. Prima in forma di canzoni, dato che ho militato in una rock band per lungo tempo, e poi sono passato a due forme di racconto simili e antitetiche tra loro: i romanzi e i fumetti. La passione per le nuvole parlanti mi accompagna da sempre, sin da bambino. Tutti leggevano Topolino e io, invece, divoravo i fumetti di Mortal Kombat prima e Dylan Dog poi. A guardarmi oggi, direi che ero un ragazzino sempre sorridente ma che leggeva storie macabre e piene di morte.

 

Bob Dylan – La riposta è nel vento è il tuo primo lavoro ufficiale. Il volume non è un semplice graphic novel, ma una vera e propria biografia a fumetti. In che modo ti sei documentato e come hai dato corpo alla storia che avevi in mente di narrare?

L’idea di scrivere una storia a fumetti che avesse la musica come tema centrale mi fu proposta dall’editore Nicola Pesce. Sapeva dei miei trascorsi nel mondo della musica e mi chiese se avessi in mente un musicista di cui mi sarebbe piaciuto scrivere un fumetto. Bob Dylan fu la prima scelta per tanti motivi: è uno dei pochi ancora in circolazione ad aver attraversato sei decenni, inoltre ha avuto tante evoluzioni come artista e quest’aspetto mi ha sempre affascinato. Dylan è il perfetto esempio di chi resta fedele alla propria identità ma si evolve in continuazione. La storia narrata nel volume parte da una frase che lo stesso Dylan aveva pronunciato in un’intervista. Riguardava un patto che aveva fatto con qualcuno… e ho deciso di ricreare una storia immaginaria riguardo questa vicenda che attraversa tutta la sua carriera. La documentazione è stata lunga e stratificata; ho visto documentari, interviste, live, ho letto alcuni libri sulla sua carriera e sugli aneddoti che hanno caratterizzato il suo personaggio. E spesso, devo ammetterlo, mi sono emozionato davanti alla potenza di un artista che ha reso la musica un manifesto generazionale.

Bob Dylan, come hai detto tu stesso, ha una carriera lunga e varia. Immagino che sia una scelta ardua, ma qual è il brano che più ti piace del suo vasto repertorio musicale?

La scelta della mia canzone preferita di Bob Dylan si ricollega sempre all’idea di cambiamento. The Times They Are a-Changin’ è una vera e propria dichiarazione del fatto che tutto cambia, che non si può restare ancorati al passato né tantomeno che alcune scelte sociali siano da accettare come tali solo perché ormai sono stratificate nel luogo comune. Forse è una delle canzoni più politiche di Dylan ma penso che sia un quadro chiaro e un monito che tutti noi dovremmo ricordare sempre: si cambia di continuo. Per fortuna!

La musica di Bob Dylan è il centro del fumetto. Quale potrebbe essere l’ideale colonna sonora del libro?

Il volume si apre con Dylan che suona al Café Wha? agli inizi della sua carriera, nei primi anni ’60, dove si esibiva con Karen Dalton. La colonna sonora è la sua intera discografia, ma se dovessi indicare dei dischi specifici per accompagnare la lettura direi sicuramente: The Freewheelin’The Times They Are a-Changin’, Bringing It All Back Home e aggiungerei anche Saved, uno dei suoi dischi meno riusciti ma che diventa centrale nella seconda parte del volume.

“La risposta è nel vento”, recita il titolo. Ma qual è la domanda che ci si pone leggendo il graphic novel?

Fin dove si è disposti a spingersi pur di seguire la propria strada riuscendo a non tradire se stessi?
Questo è il quesito che pongo a Bob Dylan attraverso alcuni momenti, eventi e relazioni della sua storia personale. La verità è che non potremo mai sapere se lui avrebbe risposto a una domanda del genere. Mi piace pensare che la storia che ho raccontato sia quanto più vicina alla reale visione degli eventi che hanno definito il mito di Bob Dylan.

Quando sarà disponibile il volume e dove potrai incontrare i lettori per firme, dediche e disegni?

Il volume sarà presentato in anteprima a Lucca Comics & Games 2018. Io e Alessandra Melarosa, disegnatrice del volume insieme a Stefano Corrao, saremo allo stand NPE per dediche e sketch. Dopo l’evento sarà disponibile in tutte le fumetterie e librerie.

Puoi acquistare Bob Dylan – La risposta è nel vento sul sito di Edizioni NPE  cliccando qui.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *