David Morrell (Kitchener, 24.04.1943) è uno scrittore di origini canadesi. Nasce poco dopo che suo padre viene ucciso in guerra (e saranno proprio le storie di guerra a caratterizzare la sua opera negli anni a venire). A causa delle condizioni economiche in cui versa la madre, disoccupata, David viene trasferito in un orfanotrofio.

Negli anni universitari alla Pennsylvania State University, dal 1966 al 1970, viene ispirato dal suo insegnante, lo scrittore William Tenn. Nasce così la sua grande passione per la scrittura e di lì a poco arriva il suo debutto come scrittore nel 1972, anno in cui pubblica First Blood (In Italia pubblicato da Edizioni NPE con il titolo Rambo: Primo Sangue), il romanzo che ispirerà nel 1982 il leggendario personaggio John Rambo dell’omonimo film interpretato da Sylvester Stallone, che darà vita ad una saga che porterà Stallone al successo definitivo e che entrerà a far parte della storia del cinema. Tra il 1970 e il 1986 insegna letteratura americana all’Università dell’Iowa.

Pubblica molto altri romanzi, tra cui Testament (1975), Last Reveille (1977), The totem (1979), Blood Oath (1982), The Hundred-Year Christmas (1983), Brotherhood of the Rose (1984), The Fraternity of the Stone (1985), Rambo: First Blood Part II (1985), The League of Night and Fog (1987), Rambo III (1988), The Fifth Profession (1990), The Covenant of the Flame (1991), Assumed Identity (1993), Desperate Measures (1994), Extreme Denial (1996), Double Image (1998), Black Evening (1999), Burnt Sienna (2000), Long Lost (2002), The Protector (2003), Nightscape (2004), Creepers (2005), Scavenger (2007), The Spy Who Came for Christmas (2008), The Shimmer (2009), The Naked Edge (2010), Murder as a Fine Art (2013).

Nel 1987 viene colpito da una terribile tragedia familiare, perdendo il figlio quindicenne Matthew a causa di un cancro alle ossa. Lascia così l’Iowa e si trasferisce nel New Mexico, dove oggi vive con sua moglie e sua figlia nella città di Santa Fe.

Volumi in vetrina

Libri in ordine alfabetico