Jean Giraud (Nogent-sur-Marne, 1938 – Parigi, 2012), più noto con lo pseudonimo di Moebius, è considerato uno dei più importanti disegnatori di fumetti al mondo. Nel 1962, con lo pseudonimo di Gir, assieme allo sceneggiatore Jean-Michel Charlier, inizia la serie a fumetti Fort Navajo per la rivista «Pilote», creando il personaggio di Blueberry, protagonista di una lunga saga western, durata fino al 1974 e di cui, dopo la scomparsa di Charlier, ne scrive anche le sceneggiature.

Contemporaneamente a Blueberry, desideroso di maggior libertà di azione, inizia una carriera parallela sotto lo pseudonimo di Moebius, realizzando storie fantastiche con uno stile onirico personale e surreale, prima per il mensile satirico «Hara Kiri», poi per «Charlie» e «L’Echo des savanes».

Nel 1974, assieme a Philippe Druillet, Jean-Pierre Dionnet e Bernard Farkas, fonda il gruppo Les Humanoïdes Associés (“gli Umanoidi Associati”) che nel 1975 inizia a pubblicare «Métal Hurlant», rivista trimestrale che raccoglie il meglio della produzione fantastica e fantascientifica a fumetti e che resta ancora oggi una pietra miliare per la storia del fumetto autoriale di scuola europea.

Su quelle pagine Moebius pubblica la serie «Il garage ermetico di Jerry Cornelius», ma anche lo ieratico e visionario «Arzach», «John Difool» e nel 1981 «l’Incal» su testi di Alejandro Jodorowsky. Si cimenta anche col fumetto americano, dando una sua indimenticabile e sognante interpretazione di Silver Surfer in Parabola, con la sceneggiatura scritta da sua maestà Stan Lee in persona.

Collabora anche alla produzione di film di fantascienza: tra questi Tron, Alien, The Abyss e Il quinto elemento. Si cimenterà anche come costumista, disegnando gli abiti e le scenografie per un film tratto dal romanzo Dune di Frank Herbert, mai realizzato, che avrebbe dovuto essere diretto da Jodorowsky.

Il suo prestigio in Francia è ancora grande, come attestato da francobolli commemorativi a lui dedicati. A lui si deve uno dei contributi decisivi per l’affermazione definitiva del concetto di graphic novel nella storia della Nona Arte.

Volumi in vetrina

Libri in ordine alfabetico