Valerio Chiappino, conosciuto anche come Zio Ematitos.

Appassionato sin da bambino dei giochi di parole, anagrammi, battute squallide, ma ignorato più o meno da tutti, genitori, parenti ed amici compresi, decide un giorno di mettere su carta questi deliri mentali, immaginati nella sua mente sotto forma di scenette surreali.

Inizia così a ricreare queste folli idee con il computer, ritagliando e modificando foto raccolte qua e là in rete, attraverso dei veri e propri collage digitali.

Comincia così a pubblicare queste opere demenziali su un blog, con risultati inesistenti, cessando poco dopo l’attività.

Qualche anno dopo ricomincia a pubblicarle su Facebook. L’inizio è di nuovo deludente, ma questa volta la sua perseveranza viene premiata (anche perché la cosa era divertente indipendentemente dal risultato del pubblico).

I suoi sketch surreali cominciano a fare il giro dei social e a diventare virali, e oggi la pagina Zio Ematitos vanta oltre 700.000 followers.

Volumi in vetrina

Libri in ordine alfabetico