Andrea Bersani (Bologna, 07.05.1955), vive e lavora a Bologna.

Sposato con Daniela dal 1986, possiede uno splendido cane spinone italiano di nome Terry. Appassionato collezionista, ha riempito nel tempo la sua casa dei più disparati oggetti e libri di ogni genere, sotto lo sguardo indulgente e commiserante della consorte, vivendo così perennemente col timore di essere sfrattato e mandato a dormire in cantina (stracolma pure questa).

La pesca sportiva è un’immensa passione che lo possiede da più di cinquant’anni e lui, ben volentieri, si lascia possedere. Passione alla quale ha dedicato due libri, tra cui Pescabolario, edito da Edizioni NPE nel 2017. Ha conseguito la maturità in Arte Applicata presso l’Istituto Statale d’Arte di Bologna, dove ha insegnato per un breve periodo “Decorazione Pittorica”.

Dal 1975 si occupa di comunicazione visiva come graphic designer (tra i tanti progettati e riprodotti su riviste di settore, il marchio per i cantieri nautici Ferretti ad esempio), pubblicitario (in veste di freelance ha ricoperto il ruolo di Art Director in varie agenzie di marketing e pubblicità), illustratore (sue le campagne illustrate per le borse Mandarina Duck) e vignettista. Sì, vignettista.

Dividendosi tra vignette d’umorismo grafico (mute, concettuali, rarefatte, che gli hanno consentito di vincere concorsi nazionali e internazionali, ed esposte ovunque), e di satira politica. Vignette, queste ultime, che gli hanno procurato, nel tempo, collaborazioni a importanti testate italiane e no.

Il Bersani artista visuale da qualche anno porta avanti una sua ricerca pittorica, che lui chiama “Typopainting” (boh), trovando pure chi gli concede spazi per esporre; come scrittore, invece, è riuscito a farsi pubblicare, circuendo ingenui editori, ben un paio di libri! Incredibile.

Volumi in vetrina

Libri in ordine alfabetico